Transpecies

L’ordine visibile cui siamo abituati non è unico: coesiste con altri ordini – scrive John Berger in Perché guardiamo gli animali. Fra i modi che l’umanità ha adottato per scendere a patti con questa coesistenza ci sono favole e leggende, ma anche reticenze e prometeiche professioni di fede: gli unici occhi a guardare davvero sono quelli della ragione.

Sprofondare negli altri ordini – spaziali e temporali – del mondo che ci circonda, è l’obiettivo che ci siamo postə. Per farlo, abbiamo bisogno di raccogliere storie, credere ai miti e elaborare un nuovo linguaggio. Questa nuova vita di Transpecies è il modo in cui abbiamo deciso di raccontarlo.

Menu