di Domenico Liguigli

L’ho vista perdersi all’orizzonte.
Essere carne di congiunzione tra la terra e il perdono.
Nel timore di una scomparsa definitiva.

Ora,

 

 

 

solo ombra e figura,
l’ho vista danzare tra le melodie di luce e le culle del mare.

 

 

Nella lontananza definitiva.

 

 

 

È sepolta. Svista.
È salpata.

 

 

 

Ha destinato di lasciare per sempre le sponde di questo sguardo.
Io ne son causa.

 

 

 

Il mare.
L’alto.

La chiarezza del mattino.

In volo verso il profondo blu di morte.
Ecco l’uomo.
Incapace di portare i segni, la colpa.

Di porsi in ascolto del suono d’assenza.

 

 

IN ORDINE – DIDASCALIE

Domenico Liguigli, 21 Agosto 2019, 13.08. Dalla serie Angolo morto Basilica di Santa Maria delle Vigne, Genova. Stampa inkjet su carta cotonata, 17,3 x 13 cm

Domenico Liguigli, 2 Gennaio 2020, 11.45. Dalla serie Angolo morto, Cimitero Comunale, Acquaviva delle Fonti. Stampa inkjet su carta cotonata, 17,3 x 13 cm 

Domenico Liguigli, 3 Giugno 2019, 18.23. Dalla serie Angolo morto, Liceo Artistico, Milano. Stampa inkjet su carta cotonata, 17,3 x 13 cm 

1 Commento. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu
Copy link
Powered by Social Snap