Il tempo, tutto.
Principio e fine del mondo.
Ora,
tra i confini di un istante,
mi trascorse dentro.
Buco nero scagliato alla luce.

L’immagine riflessa trascolorava
e

 

silenzio.
Di bisbigli si fece assordante.

Spalancò infiniti confini,
e il senzatempo,
come sogno immemorabile,
baluginò.
Tra le fredde ceneri dei tuoi occhi.

Fredda,
la rosea pallida mano, memore,
discosterà,
ancora discosterà,
foglie brune e grigie,
tra i tappeti del Pioppo bianco,
indorate da vapori luminosi su patine di gelo:
stratificazione dei millenni ancora a venire.

 

 

 

 

1. Il mondo, ciò che noi chiamiamo “mondo”, non è altro che il riflettersi, l’immagine riflessa, della vita del mondo in noi, nel fiume dei nostri occhi.

2. Il mondo non è altro che immagine di luce riflessa, dalla vita del mondo ai nostri occhi, dai nostri occhi alla vita del mondo.

3. Noi non siamo altro che specchio o finestra attraverso la quale il mondo guarda il mondo, riquadrandosi e ritagliandosi.

4. Ogni vedere, ogni pratica di visione non è altro che la vita del mondo che continua a scrivere se stessa, a scrivere la propria autobiografia.

5. La scrittura prima è ciò che la vita del mondo lascia in te, brandelli di pelle dell’immagine riflessa, che restano attaccati quando passa, per poi tornare ad immergersi nella vita del mondo.

6. L’origine di ogni necessità di scrittura è nel muro di argilla che siamo, entro il quale la vita del mondo può imprimersi, lasciando traccia e figura di sé, e deformando il muro stesso. Sarà quella traccia e deformazione a guidare la nostra mano in ogni apparente volontà e libertà di scrittura di mondo.

Domenico Liguigli, dalla serie Canto Notturno n.10, 2010. Olio su carta, 25 × 35 cm. Courtesy dell’artista

Domenico Liguigli, dalla serie Canto Notturno n.13, 2010. Olio su carta, 25 × 35 cm. Courtesy dell’artista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu
Copy link
Powered by Social Snap